Descrizione immagine

L'azienda Agr. Massucco in collaborazione con EG News Giovedì 3 Marzo presso il Ristorante di famiglia "Le Vigne e i Falò" in Via Serra, 21 a Castagnito (CN) terrà una degustazione alla cieca dal nome "5 Sfumature di VINO"; dove il pubblico esperto e appassionato di vino diventa il protagonista, nel bene e male delle sorti di un etichetta. Una sfida gogliardica che Massucco lancia con altri 4 produttori di grandi vini Italiani.

Una cena con cinque vini nei bicchieri, rigorosamente anonimi per i partecipanti, ma le 5 etichette saranno in bella mostra in bacheca, dove tutti sapranno quali sono i vini, ma nessuno conoscerà la sequenza. Il tutto accompagnato da un menù prelibato studiato ad hoc, proposto dallo Chef Gabriella Massucco del Ristorante Le Vigne e i Falò, che sposerà questi vini per risaltarne i gusti, i sapori e che hanno come caratteristica comune l’unicità dei vitigni autoctoni.

Durante la serata, grazie anche alla presenza del Presidente del Consorzio e tutela Roero Francesco Monchiero ed il Presidente dell'Enoteca Regionale del Roero Luciano Bertello, verrà fatto un focus sul Roero e inoltre i partecipanti degusteranno i 2 classici vini Massucco: il Roero e Roero Arneis DOCG.

Il gioco sta nel scoprire la piacevolezza e la bevibilità dei vini serviti, ovviamente il vincitore è solo simbolico.


                                     Prenotazioni ed info clicca QUI.


Massucco è lieta di invitarla Domenica 20 e Lunedì 21 marzo 2016 dove saremo presenti presso la Reggia di Venaria Reale Cascina Medici del Vascello Viale Carlo Emanuele II – Venaria Reale in occasione dei Roero Days.
Si tratta di una manifestazione, promossa dal Consorzio Tutela Roero, in cui verranno presentati i vini Docg della nostra zona attraverso una serie di degustazioni tenute dai più qualificati esperti italiani. Nel Salone espositivo in entrambe le giornate saremo presenti, con i nostri vini d’assaggio individuali e gratuiti,serviremo e spiegheremo al pubblico i nostri vini, mentre nel wine-bar si potranno degustare liberamente le Docg delle Cantine aderenti al Consorzio Tutela Roero. Massucco , in entrambe le giornate, proporrà in degustazione Il Roero Arneis DOCG 2015, Il Roero DOCG 2013 ed il Roero DOCG Riserva 2011


                       Per maggiori informazioni e perenotazioni clicca QUI


Descrizione immagine
Descrizione immagine

Il 20 Marzo dalle ore 10.00 alle 19.00 presso il Palace Grand Hotel in Via L Manara,11 a VARESE si terrà la terza edizione del WINE TASTING VARESE. Il punto di riferimento per gli appassionati del vino di Varese. Operatori professionisti del canale Ho.Re.Ca e il pubblico dell'area di Varese e Provincia grazie alla collaborazione con Ais Varese e Winemobile. Oltre 100 produttori. Massucco sarà presente con i suoi 4 vini Puripremiati il Massucco Roero DOCG 2013, il Massucco Roero Arneis DOCG 2015, il Massucco Barbera d'Alba DOC Serra 2012 e il Massucco Nebbiolo d'Alba DOC Trono 2013. Vi aspettiamo!!


                            Per maggiori informazioni CLICCA QUI

PREMI - GUIDE - RATING

Questo documentario didattico racconta il segreto di come nasce, da oltre 150 anni, la qualità dei vini Massucco negli oltre 20 ettari di vigneti di 7 tipi di uve diverse.
La fenologia dei vigneti parte dalle lavorazioni manuali a quelle meccaniche, sempre nel rispetto della natura e dell'ambiente, dalla potatura invernale, la legatura del tralcio, la spollonatura, la legatura dei germogli alla vendemmia con la selezione dei grappoli che vengono eseguite rigorosamente a mano. La sfogliatura, il taglio infestanti e le lavorazioni in cantina sono eseguite meccanicamente con macchinari di ultima generazione.
Durante il ciclo di vita del vigneto vengono poste delle trappole per la conta ed il monitoraggio degli insetti ed seminati fiori di bordura per aumentare il numero di insetti ed aiutare l'equilibrio naturale.
Dopo la raccolta le uve vengono subito messe in celle frigorifere per raffreddarle in modo che non parta la fermentazione.
Dopo circa 24 ore si procede alla diraspatura e per l'uva a bacca bianca alla separazione della buccia e vinacciolo dal mosto fiore e lasciata a fermentare in vasche d'acciaio ad una temperatura controllata di 18 gradi per poi finire dopo alcuni mesi a secondo del tipo di uva all'imbottigliamento.
Per l'uva a bacca rossa dopo la diraspatura viene lasciata a macerare a freddo, con i vinaccioli e le bucce per l'inizio dell'estrazione del colore e i sentori di fruttato, ad una temperatura di 10/12° per 12 ore. Successivamente viene fatta partire la ferrmentazione per l'estrazione completa di colore dalla buccia ed dei tannini dai vinaccioli.

Durante la fermentazione viene eseguito il rimontaggio per ossigenare per aiutare lo lievito naturale a terminare la fermentazione. Successivamente viene eseguita la svinatura dove viene separata la buccia e vinacciolo (che verranno mandati in distilleria per la produzione delle nostre grappe) dal mosto vino e poi stoccata in vasche di acciaio ocemento vetrificato oppure in botti grandi o barriques per l'invecchiamento a secondo dei tipi di vino. Così vengono prodotti oltre 20 vini e grappe.

Il Ciabòt è un piccolo fabbricato caratteristico dei vigneti piemontesi che nasce da un insieme di necessità legate al lavoro della viticoltura.

Prima dell'avvento della macchina agricola (trattore) il tempo di trasferimento ai vigneti era dell'ordine dei 30/40 minuti. Questa distanza non permetteva ai contadini di rientrare nell'arco della giornata alle proprie abitazioni, lasciandoli esposti ai mutamenti atmosferici per tutto il giorno. Da qui la necessità di creare un riparo dal sole e dalla pioggia.

Un secondo tipo di esigenza nasce dalla difficoltà di reperire e conservare l'acqua per i momenti di necessità. In alcuni momenti dell'anno la siccità prolungata rendeva necessaria l'irrigazione dei “piedi” delle viti.

Risalgono per la maggior parte alla fine del 1800. Nel tempo divengono uno strumento per rendere pubblico un certo benessere economico, un certo potere. La destinazione d'uso tradizionale del Ciabòt è stata negli anni abbandonata per la diffusione delle macchine agricole che consentono spostamenti più veloci, riducendo il bisogno di avere un ripostiglio per gli attrezzi da lavoro. Dal 2003 l'Enoteca Regionale del Roero ha istituito un premio: "Roero: vino e territorio - Estetica del paesaggio agrario", che premia il recupero estetico delle strutture contadine. 

NUOVI PRODOTTI

Tutti noi sappiamo l’importanza di prendersi cura della pelle e il sogno è quello di essere giovane e sani.
Ora con Terramore è possibile. Una formula che utilizza i polifenoli del vino rosso.
Terramore sistema anti-invecchiamento con prodotti utilizzati in armonia per la tua bellezza.

© 2014 Azienda Agricola Flli. Massucco - Tutte le immagini, loghi e testi presenti in questo sito web appartengono ai legittimi proprietari. - Informativa Privacy